Cinque isole in Europa delle quali non avete probabilmente mai sentito parlare

Ile Amorgos

Il 2019 ci ha riservato una piacevole sorpresa: alla fine di Aprile avremo, grazie al susseguirsi di tre festività l’una a poca distanza dall’altra, quasi dieci giorni di vacanza (se siete tra i fortunati che possono approfittarne, ovviamente). Quale migliore occasione di regalarsi una fuga dalla quotidianità in un luogo fuori dall’ordinario? Non stiamo parlando di mete esotiche e lontane: inEuropa ci sono moltissime isole paradisiache, poco conosciute e facilmente raggiungibili. Scordatevi  voli in ritardo, visti turistici e sindrome da jet lag perché arriverete a destinazione facilmente, pronte a godervi l’avventura in totale relax e senza spiacevoli inconvenienti. In valigia? Bastano pochi vestiti crema solare e un buon libro.

341

Isola di Colonsay in Scozia
Considerata il gioiello delle Ebridi è raggiungibile in aereo oppure in traghetto dalla città di Oban: oltre alle belle spiagge e al mare cristallino vanta anche siti archeologici di grande interesse. Nel corso dell’anno ospita vari festival musicali e letterari, a fine Aprile, ad esempio c’è il Colonsay Spring Festival durante il quale è possibile gustare alcuni dei prodotti enogastronomici di cui l’isola è ricca come l’aragosta, le ostriche e il miele.

les-iles-d-or.aa6e4cab

Isola di Porquerolles, Arcipelago di Hyères, Francia
Si trova al largo della costa mediterranea della Francia, tra Tolone e Saint Tropez, vanta spiagge da sogno e natura incontaminata grazie alle rigide norme in fatto di protezione ambientale che proibiscono il campeggio, l’uso dell’automobile e persino il fumo. Per godere appieno dell’atmosfera tranquilla e rilassata del luogo visitate il porto del minuscolo capoluogo dove potrete sorseggiare pastis guardando il tramonto.

Tresco

Tresco, Isole Scilly, Cornovaglia
Raggiungibile in mezz’ora di traghetto dalla vicina Isola di St Mary è, secondo una leggenda, il luogo in cui sarebbe sepolto Re Artù. Oltre a cottage, dune e fari in puro stile british vanta una natura straordinaria e incontaminata. L’isola, inoltre, ospita Abbey Gardens, uno dei giradini subtropicali più rigogliosi al mondo con più di 20.000 specie di fori e piante esotiche dall’Africa, Sudamerica e Nuova Zelanda.

8224024668_4532f6b992_b

 Isola di Klovharun, Arcipelago Pellinge, Finlandia
Aperta alle visite solo pochi giorni all’anno, è una meta speciale per i fan dell’artista Tove Jansson, scrittrice e illustratrice celebre per aver ideato i Moomins, i personaggi che assomigliano a ippopotami e vivono nell’amonima valle dove si svolgono le loro avventure. Selvaggia e molto tranquilla, dispone di una residenza per artisti, perfetta per trovare l’ispirazione immersi nella natura.

Greece, Cyclades, Amorgos Island: Monastery of Panagia Hozoviotissa

Isola di Amorgo, Arcipelago delle Cicladi, Grecia
I monasteri a strapiombo sul mare, le pareti imbiancate e il mare di un blu intenso: proprio qui il regista Luc Besson ha girato Le Gran Bleu. Aspra e impervia, ha un fascino unico e solitario che la rende perfetta per una vacanza dedicata al relax e alla meditazione. Si raggiunge in traghetto dal porto del Pireo (ci vogliono 9 ore però perchè si tratta della più orientale delle Cicladi) oppure in aliscafo da Mykonos.

L’articolo Cinque isole in Europa delle quali non avete probabilmente mai sentito parlare sembra essere il primo su Glamour.it.

Advertisements