Trucco baking: cos’è, come si realizza

Heidi Hamoud
Miranda Kerr
Suki Waterhouse
Sienna Miller
Giles
Rosie Huntington Whiteley
Kim Kardashian
Kendall Jenner
Ermanno Scervino
Scarlett Johansson
Emma Watson
Charlize Theron
Carolina Herrera

Il baking è la tecnica di make up, amatissima dalle celeb, che serve a completare e fissaredefinitivamente un trucco base. È l’ideale per “cancellare” imperfezioni come rughe e pori dal viso, fissare il trucco ed evitare l’inconveniente dell’effetto pelle lucida.

COME REALIZZARE IL BAKING MAKE UP

Per realizzare il trucco baking si applica il correttore nelle zone del viso più segnate, si copre con uno strato di cipria in polvere trasparente e si lascia lì, per circa trenta minuti, finché non si è assorbita completamente. Poi, per uniformare il colorito, si stende l’eccesso con una spugnetta.

A lanciare questo trend è stata la blogger e make-up artist australiana Heidi Hamoud, che ha spopolato in rete con i suoi tutorial sul baking. Tra le celeb che adottano questa tecnica, spiccano Miranda KerrSuki WaterhouseSienna MillerKim Kardashian.

L’articolo Trucco baking: cos’è, come si realizza sembra essere il primo su Glamour.it.

#it

Le smagliature si possono eliminare davvero?

Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop
Jasmine Tookes, la modella di Victoria’s Secret senza Photoshop

Le smagliature sono come la cellulite: l’80% di noi le ha (le hanno anche le modelle di Victoria’s Secret). Un difetto inclusivo, trasformato anche in opera d’arte dall’artista spagnola 21enne Cinta Tort Cartró, che le ha dipinte con glitter e colori. Mentre la video artist Sara Shakeel ha reso il concept virale con l’hashtag #GlitterStretchMarks.

Il movimento di Body Positivity che grazie ai social insegna ad accettarsi e a vedere le imperfezioni come elementi di bellezza, le ha sdoganate e anzi, spinge a metterle in mostra. Del resto, quando le smagliature non sono più rosse e quindi allo stadio inziale, ma sono bianche, eliminarle del tutto è impossibile. Si possono attenuare e migliorare, e grazie a prodotti che rendono più elastica la pelle, si possono prevenire. Le smagliature sono delle cicatrici che compaiono dopo una gravidanza o degli sbalzi di peso. «Ricordano proprio le smagliature delle calze, il tessuto della pelle rimane striato – spiega il dottor Pier Luca Bencini, direttore scientifico del centro Iclid di Milano – le cause sono molteplici ma hanno tutte un denominatore comune: il tessuto elastico e quello connettivo si alterano per una sollecitazione di tipo ormonale, modificando la struttura di collagene che dà sostegno». «Sono gli estrogeni a provocare questo inestetismo, che compare in pubertà e interessa quasi tutte le ragazzine, in gravidanza o per oscillazioni di peso. La pelle aumenta di volume e provoca la rottura delle fibre di collagene. Soprattutto nelle donne più giovani, più che un problema fisico, possono rappresentare un problema relazionale e dare insicurezza. Le zone dove compaiono sono quelle più suscettibili all’azione ormonali e quindi seno, addome, interno ed esterno coscia».

LE SMAGLIATURE SI POSSONO ELIMINARE DEL TUTTO?
«Dipende dal tipo di smagliatura – dice Bencini – quelle rosse sono le più recenti e presentano fenomeni metabolici ancora attivi con alterazione della vascolarizzazione, mentre in quelle bianche, questi fenomeni di aumentata formazione di capillari sono finiti e sono più difficile da trattare ma si possono comunque ottenere risultati quasi perfetti».

LA BEAUTY ROUTINE PER LE SMAGLIATURE

LO SCRUB
No, lo scrub non elimina le smagliature, ma prepara la pelle a ricevere i trattamenti. Eliminando impurità e cellule morte, fa in modo che l’epidermide sia nella sua condizione migliore per assorbire i principi attivi.
L’OLIO ELASTICIZZANTE
Da applicare soprattutto se le cicatrici sono ancora rosse e per prevenirle. Non c’è nessuna crema approvata dalla Food and Drug Administration che riduca le smagliature, ma lavorare sul collagene della pelle aiuta a mantenerne intatta la struttura, mentre l’idratazione le rende meno visibili.

IL LASER
La sua efficacia sulle smagliature è stata comprovata da uno studio pubblicato nel 2018 sul Dermatologic Surgery Journal, e da uno studio in vivo eseguito con il microscopio dal dottor Bencini. «Il laser ha completamente cambiato l’approccio medico alle smagliature, risulta più efficace su quelle rosse, perché il colore rosso capta meglio gli impulsi luminosi. Usiamo due tecniche combinate, il dye-laser che è quello che tradizionalmente agisce sugli angiomi, e poi il laser Pico-secondi come il Discovery Pico di Quanta System, che crea un danno controllato alla pelle e la stimola a cicatrizzarsi. L’impulso viene emesso in tempi brevissimi, una frazione di milionesimi di secondi, in questo modo la pelle non si brucia perché il danno è talmente rapido che guarisce in fretta. Se questo laser con fascio di luce viene frazionato e scomposto in colonne di luce, la smagliatura viene progressivamente ripristinata verso una struttura normale, anche se non si può eliminare al cento per cento».
I TEMPI: una seduta al mese, e i primi miglioramenti si vedono dopo la terza e la quarta seduta. È un percorso molto lungo, perché ci voglio almeno minimo sei-sette trattamenti, che possono aumentare se la smagliatura è molto datata.

LA RADIOFREQUENZA
Anche la radiofrequenza nano frazionata agisce sulle cicatrici, tra cui anche le smagliature. Venus Versa, il macchinario che riunisce in un’unica piattaforma più tecnologie, ha l’applicatore per il resurfacing cutaneo con smartscan per personalizzare il trattamento. Ogni punta distribuisce energia in un’area delimitata con una densità variabile, riducendo così il rischio dell’iperpigmentazione postinfiammatoria.

 

 

L’articolo Le smagliature si possono eliminare davvero? sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it

Britney Spears ci colpisce ancora una volta: le sue canzoni saranno protagoniste di un musical

https://giphy.com/embed/1zh6DEkPOiyvvSmEOr

Il 12 gennaio Britney Spears celebrava sul suo profilo Instagram il 20esimo anniversario della sua primissima e iconica hit, Baby One More Time. Il suo look, per le ragazze degli anni Novanta e Duemila è ancora tra i più amati e cool della storia: treccine raccolte in elastici fucsia e pompon rosa, finta divisa da collegiale con l’ombelico ben in vista e glow skin. Le sue fan oggi sono però entusiaste della notizia che questa canzone darà il via a un nuovo musical, che debutterà al James M. Nederlander Theatre Chicago in autunno e successivamente approderà a Broadway.

Il nome della commedia musicale, scritto da Jon Hartmere e Kristin Hanggi con coreografie di Keone & Mari Madrid, sarà Once Upon a One More Time ma non parlerà della vita di Britney. Come il nome suggerisce (Onece Upon è per gli americani il nostro C’era una volta, ovvero l’inizio di tutte le fiabe) sarà piuttosto una parodia ironica sugli stereotipi femminili delle favole. Per esempio «Cenerentola ha una crisi esistenziale, incontreremo l’ottavo nano e il narratore vedrà, incredulo, il sistema delle fiabe smantellarsi davanti ai suoi occhi – rivela lo sceneggiatore Hartmere al New York Times – Le principesse oggi hanno idee moderne, sono femministe. È un nuovo racconto, con le regole di oggi. Sarà molto divertente».

Il tutto sulle note di 23 canzoni di Britney, che dichiara di esserne entusiasta. «Avere un musical con le mie canzoni e con protagonisti i personaggi con cui sono cresciuta e che adoro è un sogno che diventa realtà».

https://giphy.com/embed/3orif1C6EnAZ8SCsO4

 

L’articolo Britney Spears ci colpisce ancora una volta: le sue canzoni saranno protagoniste di un musical sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it

Camminare nel modo giusto aiuta a tonificare i muscoli

GettyImages-499778747

Si sa che camminare è un vero toccasana per la salute, fisica e mentale. Ma farlo al meglio, potenzia i risultati: aiuta la perdita di peso, a tonificare il corpo, migliora l’equilibrio e la postura e il dolore muscolare. E camminare nel migliore dei modi non è una cosa così elementare come potrebbe sembrare. Joanna Hall, medico sportivo, negli Stati Uniti ha creato un metodo, Walkactive, disponibile anche come app, che aiuta a bruciare più calorie, a far lavorare i muscoli in modo più efficace, a tonificare l’addome e a migliorare la postura in generale. Insomma, ecco come cambiare il modo di camminare, con soli quattro piccoli accorgimenti.

I piedi
Camminare in modo sbagliato fa lavorare male i piedi, stressando ginocchia e colonna vertebrale. Inoltre, impedisce ai muscoli delle gambe di lavorare al loro livello ottimale e influisce negativamente anche sull’equilibrio. Usare bene i piedi significa fare un movimento competo che parte dalle dita e finisce con il tallone. Ciò consente ai muscoli della pianta del piede e delle gambe di diventare attivi e aiuta a tonificarli, oltre a creare un migliore allineamento con il ginocchio. Infine, questo aumenterà la velocità e l’efficienza della camminata.

GettyImages-909238046

I fianchi
Spesso camminando ci si appoggia troppo sui fianchi e le anche ne risentono. Oltre al fatto che non si sfruttano al meglio i muscoli dei glutei e gli addominali che non lavorano al meglio e anche le spalle tendono a spostarsi in avanti. Occorre allora camminare come se si stesse percorrendo una passerella, ovvero sollevando bene i fianchi.

Testa e spalle
Le spalle dovrebbero stare dritte e anche la testa, non dovrebbe inclinarsi in avanti. Se così è, il movimento della colonna vertebrale è limitato. Anche la respirazione ne risente perché la gabbia toracica è compressa. Le spalle dovrebbero, allora, essere spostate indietro e la testa dovrebbe restare sollevata, guardando dritto davanti a sé. Tutto ciò permette una migliore respirazione e una certa tonificazione muscolare.

Le braccia
Non dovrebbero stare ferme lungo il corpo ma oscillare in maniera naturale. Se si sta dritti e con la testa in alto, allora anche le braccia trovano una giusta posizione. Ciò aumenta la naturale torsione dei muscoli addominali e migliora il tono, anche dei glutei. Inoltre, le braccia nella giusta posizione aiutano a raggiungere meglio velocità.

L’articolo Camminare nel modo giusto aiuta a tonificare i muscoli sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it

L’oroscopo di Marzo by Simon & The Stars

ARIETE
TORO
GEMELLI
CANCRO
LEONE
VERGINE
BILANCIA
SCORPIONE
SAGITTARIO
CAPRICORNO
AQUARIO
PESCI

Simon & The Stars è un agente delle stelle, tra Perry Mason e Harry Potter. Ha uno scopo: scovare l’astro più luminoso che è in te. Lo trovi anche su www.facebook.com/Simonandthestars.

ARIETE 
Con Venere di nuovo in buon aspetto si può essere più costruttivi e trovare un compromesso con il partner. Hai avuto bisogno di stare con te stessa, di pensare ai tuoi impegni (professionali) e in certi casi di pretendere che i tuoi spazi fossero rispettati. Capita! Così come capita di ritrovarsi e ripartire più forti in questo mese di marzo. Solo chi è in crisi non ha chiaro cosa fare: il dialogo è sempre la miglior cura. Un confronto chiarificatore, intorno al 21, potrà aiutarti. Di sicuro, però, ora hai bisogno di risvegliare la passione. Nuove amicizie, nuovi amori? Single, accendete i radar. Lucky day: 25 marzo. Password: risveglio.

TORO Rinomata è la tua caparbietà: se c’è una cosa che vuoi, la ottieni. Costi quel che costi. Che si tratti di un progetto con il partner o di un nuovo amore, nonostante qualche piccola “resistenza” iniziale, sai come portare l’altro dalla tua parte. Marte nel segno è determinato, convincente. Ma a fare la vera differenza questo mese è l’ingresso di Urano che dona quel pizzico di follia nel fare le cose. È come fare all-in al tavolo verde. Se hai puntato un obiettivo, non lo molli. E soprattutto non hai più paura di perdere. Anche se sei in crisi e si tratta di trovarsi un nuovo riferimento per il cuore. Lucky day: 11 marzo. Password: azzardo.

GEMELLI La confusione regna sovrana in questo momento della tua vita. Soprattutto se stai attraversando una fase di revisione lavorativa. Ma attenta a non gettare tutto nello stesso calderone. Piano professionale e sentimentale non vanno confusi. Il rischio? Prendertela con il partner per questioni con cui non c’entra nulla. Per fortuna dalla tua c’è Venere, in aspetto armonico, che può darti un pizzico di lucidità rispetto alle tue insofferenze. O anche solo aiutarti a capire che hai un sant’uomo accanto. Bene gli incontri delle single, ma ci vorrà del tempo per sciogliere le riserve. Lucky day: 13 marzo. Password: chiarezza.

CANCRO «Hai voluto la bicicletta e adesso pedala». Probabilmente è questo che le amiche ti ripetono quando cominci a lamentarti del tuo partner. Febbraio è stato un mese faticoso, spesso attraversato da una sensazione di “costrizione”. C’è anche chi ha pensato di concedersi un’evasione, un flirt passeggero. A marzo, tuttavia, la musica cambia: anche se non tutti i problemi sono risolti, ti fai scivolare meglio le cose addosso e riesci a concentrarti di più sui tuoi interessi. Importanti discussioni sulla casa attorno al 21. Single in fase “tira e molla” con un nuovo interesse. Lucky day: 6 marzo. Password: penso a me.

LEONE Leggerezza. Possono dieci lettere liberarti da tutte quelle catene che fino a ora ti hanno impedito di librarti in volo? Certo che sì, se diventano il tuo “mantra”. E se sei tu per prima a metterti in discussione. Spesso ti ritrovi a criticare il partner, talvolta a sminuirlo, non pensando però che una certa pesantezza possa partire anche da te. Giornate di caldissime discussioni, quelle dell’11 e del 23. Recuperare si può, se entrambi cambiate approccio alle cose. Talvolta non è l’amore a renderti irrequieta, ma il lavoro. Chi da poco ha fatto un buon incontro vivrà il mese come un momento di verifica. Single in letargo, andrà meglio ad aprile. Lucky day: 27 febbraio. Password: cambiare.

VERGINE L’amore, questo sconosciuto. A marzo il lavoro, o alcune questioni pratiche nella coppia, prende il sopravvento sui sentimenti. Nulla di inaffrontabile, beninteso, ma potresti avvertire un certo distacco. La passione erotica è la molla che fa scattare molti nuovi amori. Occhio però a non perdersi in dettagli e pretese eccessive. Polemiche in arrivo attorno al 6. Lucky day: 12 marzo. Password: scialla!

BILANCIA Mettiamo pure in cantina i primi due mesi dell’anno, perché da marzo l’amore brilla di nuova luce. Dubbi, ex, pesantezze esistenziali: via tutto! Venere torna a farsi sentire e alimenta una forte voglia di novità. A partire dai cuori solitari, desiderosi di scoprire cosa possa riservare una conoscenza recente. Romantiche le giornate attorno al 22, fai solo attenzione a non investire troppo su una persona impegnata. Schiarite anche tra le coppie che di recente hanno discusso a causa di un’ex, o di una scelta legata alla casa. Lucky day: 21 marzo. Password: alleggerirsi.

SCORPIONE “Ti amo, anzi no. O forse sì?”. Con questa premessa parte un mese di marzo piuttosto confuso sul fronte sentimentale. Per quanto il Sole e Mercurio rendano fertile la strada degli incontri (intriganti le giornate del 5 e 6), non sarà semplice portare avanti una nuova conoscenza. Fai attenzione a non incasinarti la vita con persone impegnate o lontane dal tuo modo di pensare. Certo, l’attrazione fisica è sempre un bel collante, ma cerca di distinguere l’amore dalla passione. In alcune coppie si discute per un figlio o comunque per un progetto da realizzare, soprattutto dal lato pratico-economico. Tieni a bada le parole e il nervosismo tra il 17 e 18, specie con un Leone. Lucky day: 1 marzo. Password: pazienza.

SAGITTARIO Con Giove a fianco, sei in costante ricerca di nuovi stimoli. Sarà per questo che le single puntano su persone eclettiche, briose, che sappiano stupire in ogni situazione. Prosegue un cielo favorevole alle nuove emozioni. Verso il 4 non rifiutare un invito, e da metà marzo le chance di innamorarsi aumentano. Per alcune coppie si comincia a parlare di convivenza. Va bene, ma senza accelerazioni: lascia che lo spazzolino rimanga a casa sua ancora per un po’. A casa tua, invece, dovrebbe restare la carta di credito, perché le finanze sono leggermente in ribasso. Lucky day: 9 marzo. Password: sognare.

CAPRICORNO Ultimi giorni con Venere accanto. Come con i saldi, bisogna affrettarsi. Molti gli amori nati sotto questo cielo, e fino all’1 si può sperare nel colpo di scena di un incontro romantico. Marzo conferma il buon trend di febbraio per le storie recenti, ma in certi casi occorre parlare per capire cosa aspettarsi. Soprattutto se la scintilla iniziale è stata la passione. Lucky day: 11 marzo. Password: dialogo.

AQUARIO Fascino, bellezza, sex appeal, e anche un po’ di autostima: con Venere nel segno, a marzo sei irresistibile. Devi solo decidere se convogliare questa carica su avventure part-time o su un amore più serio. Questo è l’unico dilemma da sciogliere, con consapevolezza. Anche se intorno al 21, con l’arrivo della primavera, sarà difficile “domare” le emozioni… lasciati andare! Via libera ai progetti da realizzare con il partner nei prossimi mesi, per qualcuno si parla di una nuova casa o di una ristrutturazione. Mancano i soldi? In arrivo buone notizie per sbloccare un mutuo o ricevere un pagamento. Lucky day: 4 marzo. Password: istinto.

PESCI Marzo è un mese luminoso per i sentimenti, anche se non porta quella chiarezza che vai cercando. Mercurio in retromarcia, infatti, potrebbe rendere l’amore cervellotico e a tratti capriccioso. Ma perché farsi tutte queste domande? Quel che conta è che l’amore ci sia. Chi se ne importa se un nuovo rapporto non ha trovato ancora una sua forma definita, o se bisogna rimandare un progetto di coppia (un matrimonio, una convivenza) a data da destinarsi. Piuttosto, fai di “chi vivrà, vedrà” il tuo motto. Da fine mese grande recupero, ma fai attenzione a come “investi” le tue energie. Lucky day: 23 marzo. Password: lasciarsi andare.

L’articolo L’oroscopo di Marzo by Simon & The Stars sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it

Come fare i capelli ricci con il phon

Capelli ricci: tutti gli stili dell’Inverno 2019
Emporio Armani, Autunno Inverno 2018-2019
Blumarine, Autunno-Inverno 2018-19
Bottega Veneta, Autunno-Inverno 2018-19
Dolce & Gabbana, Autunno-Inverno 2018-19
Collezione Goldwell, Autunno Inverno 2018-19
Dolce & Gabbana, backstage Autunno Inverno 2018-2019
Ella Mai agli Americam Music Awards 2018
Dolce & Gabbana, Autunno-Inverno 2018-19
Fendi, Autunno Inverno 2018-19
GCDS, Autunno Inverno 2018-19
Greta Ferro, Festival di Venezia 2018
Blumarine, Autunno-Inverno 2018-19
Jasmine Trinca, photocall Festival del Cinema di Venezia 2018
Jean Paul Gaultier, Autunno Inverno 2018-19
Jean Louis David, Collezione Autunno Inverno 2018-19
Collezione K-NOW by Kemon, Autunno Inverno 2018-19
Chiara Scelzi
Krizia, backstage Autunno Inverno 2018-19
Dolce & Gabbana, Autunno-Inverno 2018-19
Streetstyle Parigi
Alicia Aylies, Miss France 2017
Missoni, Autunno Inverno 2018-19
Missoni, Autunno Inverno 2018-19
Streetstyle Parigi
Jean Louis David, Collezione Autunno Inverno 2018-19
Streetstyle Milano
Uma Raquel Davidowicz, Backstage Autunno Inverno 2018-19
Valeria Golino, Milano Fashion Week
Alberta Ferretti, Autunno-Inverno 2018-19
Alexandra Shipp (backstage Max Mara AI 2018-19)
Sartorial Monk, Autunno Inverno 2018-19
Au Jour Le Jour, Autunno-Inverno 2018-19

Chi ha una chioma naturalmente curly sa che, per ottenere una definizione impeccabile, sono necessari pochi ma importanti step. Primo tra tutti il taglio, fondamentale per distribuire bene i volumi. Chi ha capelli mossi e brama un riccio naturale, morbido e definito, ecco gli step da seguire. Da fare attenzione è soprattutto la messa in piega con l’alleato N°1 che è il phon. Dipende se volete ottenere una chioma wild, alla Julia Roberts nel film Pretty Woman, oppure un movimento più sinuoso, come un’onda, ma dai volumi estremi anche alle radici.

LA DETERSIONE.
Il capello riccio ha bisogno di tanto nutrimento, visto che naturalmente tende a essere secco. Da utilizzare è uno shampoo e una maschera idratanti, utili per pettinare meglio i capelli per evitare che il riccio si snervi.

LA PREPARAZIONE AL RICCIO.
Dopo aver tamponato i capelli con un asciugamano, bisogna dare forma al ricco con le dita. Si procede successivamente con il prodotto: o una mousse volumizzante, adatta a chi ha capelli poco aridi, o una crema disciplinante, che dà morbidezza anche ai più crespi.

LA MESSA IN PIEGA.
Il phon, con diffusore, è il vostro miglior alleato. Per dare tanto volume asciugate i capelli a testa in giù, massaggiando con le dita per dare il movimento desiderato. Si possono anche fissare ciocche di capelli con i bigodini o mollette, per un effetto vecchia Hollywood, oppure si può optare per una spazzola, tonda e in ceramica ionica o con setole di cinghiale, per arricciare a piacimento la chioma. Il movimento perfetto consiste nell’arrotolare i capelli come se steste utilizzando un bigodino, con movimenti circolari dall’interno verso l’esterno. Se volete invece ricci più sottili optate per una spazzola tonda piccola, da 1.2 centimetri.

IL MANTENIMENTO.
Uno spray specifico per i ricci, a base di acqua salina per esempio, aiuta a “riattivare” il riccio dal secondo giorno della detersione. Se preferite un rimedio naturale provate la ricetta di acqua tiepida e succo di limone, il cui acido permette di fissare meglio la piega. L’intingolo va vaporizzato sui capelli per far durare la messa in piega a lungo, oltre a lucidare l’intero fusto.

L’articolo Come fare i capelli ricci con il phon sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it

Le diete più strane seguite dalle star

Che le star seguano diete e regimi alimentari al limite del reale, è ben noto. Alcune notizie sono verificate, altre meno, ma loro stranezza spesso spinge a non imitare. Ma quali sono queste diete così strane e quali le star che le seguono? Eccone alcune

Victoria-Beckham-Leg-Pose-I

Aceto di mele
Ingerito al mattino, appena svegli e a stomaco vuoto, pare faccia miracoli. Almeno secondo Victoria Beckham, che pare segua questo metodo per stare in forma, confermando la cosa con una storia su Instagram tempo fa, quando pubblicò la foto di una bottiglia di sidro con il commento: “Sii coraggioso! Due cucchiai come prima cosa a stomaco vuoto!”. La Beckahm non è la sola a elogiare le virtù dimagranti e digestive della bevanda. Anche Kourtney Kardashian ci crede e beve aceto di mele due volte al giorno, così come Miranda Kerr e Megan Fox. Il perché sia così apprezzato è che la bevanda contiene acido acetico, che favorirebbe la digestione, regolerebbe il metabolismo e quindi agirebbe sul senso di sazietà. Insomma, come tutte le cose preso da solo non compie miracoli, ma inserito in un buon regime alimentare, può dare una mano. L’unica raccomandazione è quella di non berlo proprio al mattino a stomaco vuoto, essendo molto acido.

Beyoncé durante la sua esibizione al Festival di Coachella 2018

Beyoncé durante la sua esibizione al Festival di Coachella 2018

 

Master Cleanse
Un metodo detox del quale si sente parlare da molti anni. In particolare da quando Beyoncé recitò nel film Dreamgirls. Per impersonare Diana Ross si sottopose a questo regime che consiste nell’assumere durante la giornata e per due settimane, una bevanda composta da succo di limone, sciroppo d’acero, pepe di cayenna e acqua calda. Come cibo sono ammesse solo verdure. All’epoca la cantante rivelò il metodo a Oprah Winfrey. Ovviamente tutti i nutrizionisti si dissero contrari, perché certo, il Master Cleanse fa perdere peso e disintossica (assumendo poche calorie e bevendo sostanze disintossicanti), ma la salute viene messa in grave pericolo e soprattutto si recupera il peso in pochissimo tempo.

gwyneth-lead2

The Goats Milk Cleanse 
Un regime dietetico a base di latte di capra. È quello che propone Gwyneth Paltrow dalle pagine del suo portale, Goop. “Ho provato il latte di capra per otto giorni, il che è stato davvero interessante, dopo mi sono sentita meglio”, ha spiegato l’attrice alla rivista Shape. Molti esperti hanno messo in dubbio il concetto di detox e cleanse perché, spiegano, l’organismo ha la capacità di disintossicarsi da solo. Certo, alcuni metodi sono discutibili, come questo della Paltrow, però assumere cibi e bevande con proprietà disintossicanti, come frutta e verdura, non è da escludere.

Baby diet
Una dieta popolare tra le star qualche anno fa è quella che prevede di alimentarsi come i bambini, ovvero ingerire dai 10 ai 15 barattoli al giorno di omogeneizzati. Certo, il che non comporta gravi pericoli, ma certamente una mancanza di calorie. Da evitare.

Christina Aguilera

Christina Aguilera

Dieta arcobaleno 
Consiste nel mangiare cibi che contengono tutti i colori dell’arcobaleno, perché così si ingerirebbero tutte le vitamine necessarie all’organismo. Le star, come Christina Aguilera, hanno però applicato un’ulteriore evoluzione della stessa che consiste nel separare i colori durante la settimana: il primo giorno i cibi bianchi, poi i rossi e poi solo verdure. Poi gli arancioni e i viola, infine i gialli e l’ultimo giorno tutti i colori. Un po’ complicato e fortemente limitante, perché in generale non si dovrebbe escludere nessun cibo dalla dieta quotidiana.

L’articolo Le diete più strane seguite dalle star sembra essere il primo su Glamour.it.

#glamour-it, #it